Forte Saint Cloud

Forte Saint Cloud Portoferraio

Forte Saint Cloud costituiva l’estremità meridionale della linea fortificata più esterna del campo trincerato e venne realizzato fra il 1804 e l’anno successivo. Le sue dimensioni ridotte e la forma pentagonale, nonché la relativa vicinanza ce lo mostrano più come una lunetta a corredo dei bastioni della piazza che come un’opera fortificatoria a parte. La posizione era strategica per controllare, oltre le saline, la strada principale di accesso alla città. Questa, superate le saline, si diramava costituendo un nodo viario importante: da un lato costeggiava il golfo per poi collegarsi alle vie che conducevano al Volterraio e a Porto Azzurro, dall’altro entrava nella valle di San Martino per poi proseguire verso Procchio e Marciana. Il forte distava circa 400 metri dalle fronte di terra e pertanto mantenne uno sviluppo in altezza molto ridotto, ricorrendo a caponiera ed opere in fossato, per non intralciare la traiettoria del fuoco dell’artiglieria della piazza.


Le ultime tracce di Forte Saint Cloud

Una porzione delle cortine murarie esterne sono oggi l’ultima traccia del Forte Saint Cloud, ancora ben visibili, pur in evidente stato d’incuria, di fronte ai moli dei moderni attracchi dei traghetti, in aderenza al fianco occidentale del più basso dei due alti palazzi, che svettano sul porto nuovo, violentando la panoramica della città da qualunque lato la si guardi.
Della struttura interna fortificata rimangono due gallerie interne voltate a botte che dovevano costituire dei passaggi coperti e che sono oggi inagibili ed attendono una messa in sicurezza.


Dove si trovava Forte Saint Cloud

Ciò che rimane del vecchio Forte Saint Cloud, è visibile in Calata Italia, a monte della nuova zona portuale di Portoferraio.


Map