Chiesa di San Marco alle Grotte

La chiesa di San Marco alle Grotte fu edificata nel 1619 in memoria di un episodio delle guerre contro i Turchi. Agli inizi del XVIII secolo la proprietà passò dai Roncisvalle ai Lambardi che edificarono la villa attigua e restaurarono la cappella dotandola del quadro di “San Marco“, commissionato al fiorentino Giuseppe Bezzuoli nel 1824. La grande pala d’altare raffigura l’Evangelista che, alzando lo sguardo alla fonte della sua ispirazione, scrive sul rotolo appoggiato sulle sue ginocchia, fulcro luministico della composizione. Dopo i Lambardi, di cui rimangono in San Marco alcune pietre sepolcrali, la chiesa insieme con tutto il fondo, passò per eredità ai Lambardi-Duchoquè e poi fu venduta alla famiglia Gasparri.


San Marco evangelista

San Marco evangelista è stato prima discepolo di San Paolo apostolo e poi di San Pietro, ed è l’autore del Vangelo secondo Marco. La sua santità è riconosciuta da molte Chiese cristiane, ed è considerato patriarca e primo vescovo di Alessandria da quella copta. Un quadro abbastanza dettagliato della vita di San Marco evangelista proviene da quanto di lui descritto nel Nuovo Testamento, mentre altre notizie giungono a noi dagli Atti apocrifi di Marco e dalla Storia ecclesiastica di Eusebio di Cesarea.


Come raggiungere la Chiesa di San Marco alle Grotte

La Chiesa si trova in località le Grotte adiacente a San Giovanni (Portoferraio)


Posizione Chiesa di San Marco alle Grotte