Cappella di San Liborio (Marciana)

La datazione della cappella di San Liborio, non è certa, per alcuni risalente all’XI-XII secolo, per altri cappella privata del XVII secolo. E’ un edificio autonomo sulla gradinata che sale alla fortezza. La facciata, sormontata da un piccolo campanile a vela, ha un portale in granito sopra cui, al centro di un arco spezzato, si apre una finestra rotonda, fonte di luce per l’interno disadorno, con il semplice altare di pietra e l’acquasantiera settecentesca in marmo nero a forma di conchiglia.


San Liborio

Secondo alcune fonti antiche Liborio sarebbe stato il quarto vescovo di Le Mans in Francia, ma non è possibile tracciarne una cronologia precisa. Il suo pontificato durò 49 anni, intorno al 380. Secondo alcuni documenti un suo successore, il vescovo Aldrico, consacrando la cattedrale nell’835 volle che uno degli altari fosse dedicato ai santi di Le Mans fra cui Liborio. Nell’836 il vescovo di Paderborn inviò una delegazione a Le Mans per avere delle reliquie del santo. In occasione della traslazione avvennero dei miracoli. San Liborio divenne così patrono anche di Paderborn. L’iconografia lo rappresenta come un vescovo anziano, caratterizzato dalla presenza di piccole pietre: è, infatti, protettore dei malati di calcolosi renale. Viene raffigurato anche assieme a un pavone o a qualche penna di pavone in ricordo del leggendario uccello che accompagnò la traslazione delle reliquie. Il culto è particolarmente diffuso in Francia, Germania, Spagna e Italia. (Avvenire)


Come raggiungere Chiesa

La cappella di San Liborio, si trova nella parte più alta del paese di Marciana Alta, a ridosso della Fortezza Pisana, nel versante occidentale dell’Isola d’Elba.


Posizione della Cappella di San Liborio (Marciana)